Scienze della Terra

T04_I vulcani

28 marzo 2010 Bruce MacAdam CC-BY-SA
28 marzo 2010 Bruce MacAdam CC-BY-SA

2010 Eruzione del vulcano Eyjafjöll, Islanda

 

Nella notte del 20 marzo 2010 nel sud dell'Islanda, è iniziata l'attività eruttiva sul fianco del monte Eyjafjöll. Da una spaccatura nel terreno, lunga circa 500 metri, uscivano fontane di lava alte un centinaio di metri. I geologi la chiamano attività effusiva di tipo hawaiano, è molto impressionante ma non pericolosa.

 

Uscita dalla spaccatura, la lava è fluita tranquillamente e si è infilata dentro le gole presenti sui fianchi della montagna.

 

Qui si trova un video dell'attività effusiva ripreso il 4 aprile.

 

Imponenti e innocue nuvole bianche di vapore si sollevavano dal fronte della colata, quando questa entrava in contatto con la neve.

 

Cenere vulcanica Eyjafjöll 2010
La cenere vulcanica vista al microscopio ottico (immagine di Erik Klemetti, polarizzatori incrociati, 40X)

Nonostante ciò gli esperti erano all'erta perché l'Eyjafjöll è coperto dall'Eyjafjallajökull, una calotta di ghiaccio spessa 200 metri. Ciò che si temeva si è verificato il 14 aprile 2010, quando si è improvvisamente aperta una nuova bocca sotto la zona coperta dal ghiaccio. L'acqua proveniente dal ghiacciaio è penetrata in profondità ed è entrata in contatto con il magma. Centinaia di milioni di metri cubi di roccia suddivisa in particelle grandi da un decimo a un centesimo di millimetro (vedi immagine a lato) sono stati proiettati in aria insieme al vapore e ai gas vulcanici.

 

 


La colonna di fumo si è alzata nel cielo d'Islanda raggiungendo il limite della troposfera a circa 11-13 km di altezza. Il jet stream, il forte vento che soffia a quelle altezze, ha disperso rapidamente la nube di cenere formando un pennacchio rivolto verso sud-est che in poche ore ha raggiunto l'Europa.

 

Il video qui sotto è una ripresa accelerata dell'eruzione esplosiva, effettuata il 17 aprile quando la colonna di fumo era già più bassa.


Dopo una settimana il ghiaccio presente attorno alla fenditura si è esaurito e l'eruzione freatomagmatica è terminata,  come si può vedere nel video seguente ripreso dall'elicottero.

L'attività del vulcano è proseguita esaurendosi gradualmente ai primi di giugno.

In evidenza

Link

 

Enciclopedie per età 10-14

 

Matematica

 

Scienze sperimentali

 

Siti istituzionali utili alla formazione scientifica

Software utili

vai al gioco