Compiti assegnati

1C

martedì 16 gennaio

correzione della verifica su numeri e cifre del nostro sistema decimale

Correzione verifica del 21 dicembre 2017
caricato il 15/01/18 ore 6:26
correzione_verifica_sistema_decimale.pdf
Documento Adobe Acrobat 31.2 KB

mercoledì 13 settembre

Indicazioni per alunni e genitori

Quaderni    I quaderni per gli appunti delle lezioni e per i compiti da svolgere sia a casa che a scuola devono essere del formato A4 (i cosiddetti “quadernoni” o “quaderni grandi”) a quadretti di 5 millimetri, i cosiddetti “quadretti grandi”, con margine (tipo Q). Per quest'uso non vanno bene raccoglitori ad anelli né quaderni a fogli staccabili o block notes. Bastano due quaderni: uno per la matematica ed uno per le scienze. Non sono ammesse altre distinzioni (come per esempio: casa/scuola, aritmetica/geometria, esercizi/regole, brutta copia/bella copia). Sulla copertina, in basso a destra, porre un’etichetta con nome, cognome, classe e materia.


Uso dei quaderni    Non è ammesso strappare o staccare e nemmeno incollare pagine fra loro. Bisogna cominciare una pagina nuova solo dopo aver utilizzato fino in fondo quella precedente, senza lasciare fogli bianchi, nemmeno per lasciar spazio a compiti da svolgere in un momento successivo. Quando si sbaglia, si traccia una riga sull’errore così:

Non è consentito coprire l’errore con il correttore o con uno scarabocchio a penna così:

 

E' necessario curare la scrittura, per se stessi e per chi deve leggere. Tutti possono migliorare la grafia scrivendo più lentamente. Una volta completato, il quaderno dev’essere conservato perché potrei richiederlo anche in un momento successivo. Il deterioramento o lo smarrimento dei quaderni sono fatti gravi, viceversa le correzioni sono bene accette perché il quaderno non è una bella copia, ma uno strumento di lavoro e sbagliando s'impara.


Evidenziatori        Ogni volta che si usa un quaderno, si scrive subito la data seguita dall’indicazione “a scuola” o “a casa” e si sottolinea il tutto con l’evidenziatore rosa. Quindi la data deve essere scritta all’inizio dei compiti a casa anche se era già stata scritta a scuola nella mattina dello stesso giorno.

Bisogna sempre segnare sul quaderno pagina e numero di ogni esercizio svolto. Le intestazioni degli esercizi e, più in generale, tutti i titoli si sottolineano sul quaderno con l’evidenziatore giallo.

Le istruzioni sui compiti per casa iniziano sempre con un titolo evidenziato in verde.

Non si possono usare questi stessi evidenziatori in altre parti del quaderno. L’uso di evidenziatori per sottolineare i libri è sconsigliabile.

 

Penne        Sul quaderno si scrive con una qualsiasi penna non cancellabile di colore blu o nero limitando gli altri colori ai titoli, alle sottolineature e ai disegni. È da evitare sempre di scrivere o sottolineare con il colore rosso. L’uso della matita è limitato a casi particolari come grafici, figure e disegni. Le penne a punta troppo fine sono poco leggibili nel foglio quadrettato, controllare anche che l'inchiostro non passi il foglio.


Colori        Matite, penne e pennarelli colorati sono comunemente chiamati dagli alunni “i colori”. Nelle mie materie sarà necessario talvolta usare i colori per disegni, tabelle e grafici e per sottolineare il testo. Per questi scopi sono necessari almeno 6 colori scelti tra i più comuni. la matita di colore rosso si può usare nei disegni. Le confezioni da 12 sono più che sufficienti, sconsiglio numeri maggiori perché ingombrano e pesano. Vanno bene sia matite che penne o pennarelli a punta molto fine. Ognuna di queste tre categorie ha pregi e difetti. Se i colori sono pochi posso essere tenuti nell’astuccio che si porta a scuola tutti i giorni, riservando i grossi astucci o scatole piene di colori solo in quelle occasioni in cui insegnanti e materie specifiche lo richiedano.


Schede    Chiameremo schede i fogli A4 stampati o fotocopiati dall’insegnante e che contengono letture, esercizi, istruzioni o spiegazioni. Le schede consegnate dall'insegnante devono essere rifilate sui bordi in modo che non sporgano dal quaderno e incollate sul quaderno stesso. Questo lavoro dev’essere fatto a casa, salvo diversa indicazione. Se le schede contengono esercizi da svolgere devono essere incollate solo dopo la correzione perché potrei aver bisogno di ritirarle.


Fogli protocollo    I fogli protocollo servono per le verifiche o per sostituire il quaderno in particolari occasioni. Ogni alunno dovrà portare a scuola 20 fogli protocolli a quadretti di 5 mm da tenere a scuola. Sarà mia cura spiegare agli alunni come e dove scrivere il proprio nome sui fogli protocollo.


Altro materiale    Nell’astuccio devono essere sempre presenti una gomma, un temperino, forbici a punta arrotondata, colla stick, nastro adesivo trasparente, un righello e una piccola squadretta. Righello e squadretta devono poter entrare nell’astuccio. Altro materiale come goniometro, compasso, eccetera, saranno eventualmente richiesti in un secondo tempo con precise indicazioni.


Materiale non ammesso     Non sono ammessi pezzi di carta, gomma pane, taglierino, correttori coprenti liquidi e a nastro (bianchetto), penne smontate rotte o scariche. Se durante la lezione l’alunno maneggerà senza permesso oggetti estranei all’attività, li prenderò in custodia riservandomi di restituirli prontamente, ma solo ai genitori e durante l'orario di ricevimento. L'astuccio dev'essere in ordine.


Compiti per casa    Le istruzioni sui compiti per casa devono essere scritte, senza abbreviazioni, sul quaderno corrispondente. Il diario è riservato a indicazioni più generali e sintetiche. Quando si assegnano dei compiti scritti, presentarsi a scuola senza il quaderno è equivalente alla dichiarazione di non averli fatti. Il mancato rispetto delle scadenze, le dimenticanze, l'impreparazione, il mancato o parziale svolgimento dei compiti concorrono ad un giudizio negativo. Se lo ritiene opportuno, il genitore può evitare il giudizio negativo segnalandomi preventivamente sul quaderno che è a conoscenza della mancanza, senza l'obbligo di spiegarmene i motivi. L'assenza alla lezione precedente di per sé non comporta l'automatica giustificazione per non avere fatto i compiti o per non sapere cosa portare a scuola. Anche in quest'ultimo caso eventuali segnalazioni del genitore possono essere fatte sul quaderno.


Controllo del quaderno    Occasionalmente controllo i quaderni apponendo data, sigla e annotazioni. Mi raccomando che anche i genitori controllino il quaderno. L'eventuale firma del genitore sotto la sigla dell’insegnante significa «ho visto», non è un obbligo ma è cosa utile e gradita. Anche il genitore può usare il quaderno per comunicare con me.

In evidenza

Link

 

Enciclopedie per età 10-14

 

Matematica

 

Scienze sperimentali

 

Siti istituzionali utili alla formazione scientifica

Software utili

vai al gioco