Compiti assegnati

1C

Giovedì 10 maggio

 

Per venerdì 11 maggio

 

MATEMATICA:

Problemi

 

IstruzioniUsa il tuo quaderno per scrivere tutti gli appunti, i disegni, gli schemi e i calcoli che ti servono per arrivare alla soluzione del problema. Hai la libertà di provare, di cercare più strade, quindi non cancellare i tentativi falliti e non preoccuparti troppo dell'ordine. Lo scopo non è trovare la soluzione del problema, ma ragionare sul problema usando il quaderno. Hai svolto pienamente il tuo compito anche se quello che hai scritto non ti ha portato alla soluzione.

 

PROBLEMA 1: La festa della scuola

Alla festa di fine anno, partecipano tutti i 623 alunni della scuola. Ad un certo punto comincia un gioco in cui bisogna formare una coppia costituita da un maschio e una femmina. Formate tutte le coppie possibili, rimangono fuori 29 maschi.
Quanti sono i maschi e quante sono le femmine della scuola?

 

PROBLEMA 2 Su e giù per i colli

“Su e giù per i colli” è una famosa corsa non competitiva che si svolge ogni anno nel paese di Sopracolle. Nell'ultima edizione hanno partecipato i quattro amici Sharon, Pino, Margherita e Antonio.
DATI

  • Sharon giunge all'arrivo alle 11:20   
  • Pino arriva 15 minuti prima di Sharon   
  • Margherita arriva 8 minuti dopo Pino   
  • Antonio arriva 5 minuti dopo Margherita

DOMANDE

a) Chi vince?
b) A che ora taglia il traguardo Pino?   
c) Quanti minuti di distacco ci sono tra Margherita e Sharon?
d) Chi arriva ultimo?

 

Per venerdì porta a scuola il volume A di scienze

 

Mercoledì 9 maggio

 

Per giovedì 10 maggio

 

MATEMATICA:

Problemi al parco dei divertimenti

PROBLEMA 1

Alberto e Barbara vogliono entrare nel Castello della Paura. Arrivati all'ingresso, il guardiano li ferma.   

Guardiano: «Mi dispiace, ma questa attrazione è riservata ai maggiori di 12 anni»   
Barbara con aria candida: «Io e mio fratello insieme facciamo 13 anni, possiamo entrare?»   
Guardiano: «No bambina, mi dispiace. Perché non vai su quel trenino laggiù? Quello è più adatto a te».   
I due fratelli si presentano alla partenza del trenino e vedono un cartello con scritto: «ETÀ MINIMA 4 ANNI».   
«Tu non puoi entrare – dice Barbara al fratello – lì c'è scritto minimo 4 anni e tu hai solo 3 anni più di me».   
Alberto: «Ma cosa c'entra? Stai facendo una grande confusione, mi fai sempre fare delle figure tremende!»

Che età hanno Alberto e Barbara?

PROBLEMA 2

Gianni e Marta sono fidanzati. Gianni ha invitato Marta a trascorrere una giornata a Superfantaland.   
Gianni: allora, qui c'è da pagare l'ingresso. Sono 124 euro in tutto, ma ho lasciato il portafoglio a casa e ho solo questi soldi che tenevo in tasca, guarda. Non è che avresti qualcosa anche tu?   
Marta: bravo, se non ci fossi io! Vediamo cosa ho nella borsa... Ecco tieni.   
Gianni: ah, grazie. Vediamo un po', 100... 120... 1, 2, 3, 4... perfetto! Arriviamo giusti giusti  a 124 euro.   
Poi a casa facciamo i conti e te li rendo. Quanti erano i tuoi soldi?   
Marta: non so, però mi ricordo perfettamente che ho messo 20 euro più di te.

Quanti soldi deve restituire Gianni a Marta?

PROBLEMA 3

Al parco dei divertimenti arriva una comitiva di 72 bambini guidati da otto animatori dell’Associazione Pifferaio Magico. Per farli entrare con ordine, gli animatori li sistemano in fila per due in modo che ogni maschio tenga per mano una femmina. In questo modo però rimangono fuori 8 femmine e così ogni animatore prende per mano una delle bambine rimaste.

Quante sono le femmine e quanti sono i maschi tra i bambini della comitiva.

SCIENZE:

  • porta a scuola il libro di scienze volume A

Martedì 8 maggio

 

Per mercoledì 9 maggio

 

SCIENZE:

  • svolgi gli esercizi di pag. 44 del libro A
  • svolgi gli esercizi di fine capitolo, pagg. 48-49 del libro A
  • porta a scuola il libro di scienze volume A

Venerdì 4 maggio

 

Per martedì 8 maggio

 

SCIENZE:

  • rispondi sul quaderno: perché il fatto che l'acqua solida ha un volume maggiore di quella liquida rende possibile la vita a certi animali delle regioni polari?
  • completa il compito assegnato a scuola
  • impara i passaggi di stato leggendo con attenzione da pag. 39 a pag. 43

Mercoledì 27 aprile

 

Per venerdì 4 maggio

 

SCIENZE:

  • leggi con attenzione il capitolo "Definiamo la materia e i suoi stati" da pag.33 a pag.37
  • copia sul tuo quaderno la figura 14 di pag. 34 e la figura 17 di pag. 35
  • porta a scuola il volume A del libro di scienze

Venerdì 27 aprile

 

Per mercoledì 2 maggio

 

SCIENZE:

  • completa la copiatura iniziata a scuola della tabella di pag.7 del libro di scienze volume A;
  • rileggi con attenzione pag.6 e rispondi sul quaderno alle seguenti domande:
  1. Che cos'è esattamente la spanna?
  2. Che grandezza si può misurare con la spanna?
  3. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi della misura con le spanne?
  4. Sento una persona dire: «Ieri in Piazza San Marco ci saranno state a spanne 100 persone». In quella frase, qual è il significato dell'espressione "a spanne"?
  • leggi con attenzione il capitolo "Definiamo la materia e i suoi stati" da pag.28 a pag.32
  • copia sul tuo quaderno la figura 3 di pag.29 e la figura 4 di pag.30
  • porta a scuola il volume A del libro di scienze

 

Martedì 24 aprile

 

docente impegnato per accompagnare gli alunni alle gare di atletica

 

Per giovedì 26 aprile

 

Risolvi sul tuo quaderno di matematica i problemi della scheda "44 gatti" che puoi trovare nella pagina dei problemi oppure scaricare direttamente da qui. Attento: leggi bene le istruzioni che ci sono a inizio pagina

 

[Cosa succede a 45 secondi dall'inizio del video?]


Venerdì 20 aprile

 argomenti svolti a scuola:

  • correzione della scheda mcm MCD "Esercizi 1a parte"
  • introduzione ai numeri primi tra loro
  • consegna verifiche del 12 aprile

Per martedì 24 aprile

  • porta libro di aritmetica
  • leggi con attenzione le istruzioni e svolgi gli esercizi della scheda mcm MCD "esercizi 2a parte" distribuita a scuola e reperibile in questa pagina
  • controlla i risultati sulla scheda "soluzioni" e correggi eventuali errori

Venerdì 13 aprile

 

 

Per martedì 17 aprile

 

Porta il libro di scienze volume B

soluzioni test sulle piante
caricato il 15/4/18 ore 11:40
Piante_test_30 domande_ris.pdf
Documento Adobe Acrobat 25.7 KB

MATEMATICA

  • completa la scheda sulla scomposizione in fattori primi iniziata a scuola venerdì 13 aprile e controlla le soluzioni in questa pagina.
  • leggi con attenzione il capitolo 5.4 del libro di aritmetica  (pagg. 214-215) e svolgi gli esercizi.

SCIENZE

controlla e correggi con l'aiuto della tabella sottostante le 30 frasi dell'esercitazione a completamento e scelta multipla svolta a scuola giovedì 12 aprile (in alto sulla destra c'è la versione stampabile con soluzioni sia in ordine alfabetico che per argomento)

SOLUZIONI In ordine alfabetico di incipit
Incipit completamento corretto categoria
Alcuni semi sono uncinati per sfruttare i mammiferi seme
All’interno del seme è presente l’embrione della pianta seme
È la parte che contiene gli ovuli del fiore pistillo fiore
È un esempio di fusto sotterraneo bulbo fusto e radici
Fanno i semi ma non i frutti pini classificazione
Fanno i semi ma non i frutti gimnosperme classificazione
Gli stami sono presenti nel fiore fiore
Gli stomi servono alla traspirazione foglia
Gli stomi sono presenti nelle foglie foglia
Il cotiledone è una fogliolina seme
Il frutto alato degli aceri è detto samara frutti
Il frutto della soia è detto baccello frutti
L'antèra è un contenitore per il polline fiore
La cuffia si trova nelle radici fusto e radici
La fotosintesi si svolge all’interno dei cloroplasti fotosintesi
La linfa elaborata si forma nelle foglie foglia
La linfa grezza si forma nelle radici fusto e radici
La palma, il mais e il giglio sono monocotiledoni classificazione
Larici, pini e abeti sono conifere classificazione
Le cellule di guardia si trovano nelle foglie foglia
Le piante che hanno le foglie a lamina larga con nervature reticolate sono dicotiledoni classificazione
Le piante effettuano la fotosintesi con lo scopo di fabbricare glucosio fotosintesi
Lo stigma è un’apertura dove si posa il polline fiore
Nella fotosintesi le piante liberano, come scarto ossigeno fotosintesi
Nelle erbe il fusto si chiama stelo fusto e radici
Nelle palme il fusto si chiama stipite fusto e radici
Non è un vero frutto mela frutti
Per la fotosintesi le piante utilizzano anidride carbonica fotosintesi
Sono le piante terrestri più semplici muschi classificazione
Sono piante ma non hanno vere radici muschi classificazione

 

Venerdì 6 aprile

 

 

Per martedì 10 aprile

  1. Controlla le soluzioni e correggi la scheda con il test sulla divisibilità consegnata a scuola.
  2. Studia pagg.208-211 del libro di aritmetica 1a (criteri di divisibilità)
  3. Porta a scuola il libro di aritmetica

Mercoledì 21 marzo

 

 

Per giovedì 22 marzo

  1. (MATEMATICA) espressioni con le potenze 241-242 pag. 192 del libro di aritmetica
  2. (SCIENZE) copiare la tabella 3 di pagina 96 "veri e falsi frutti"
  3. portare libro di scienze volume B

 

martedì 16 gennaio

correzione della verifica su numeri e cifre del nostro sistema decimale

Correzione verifica del 21 dicembre 2017
caricato il 15/01/18 ore 6:26
correzione_verifica_sistema_decimale.pdf
Documento Adobe Acrobat 31.2 KB

mercoledì 13 settembre

Indicazioni per alunni e genitori

Quaderni    I quaderni per gli appunti delle lezioni e per i compiti da svolgere sia a casa che a scuola devono essere del formato A4 (i cosiddetti “quadernoni” o “quaderni grandi”) a quadretti di 5 millimetri, i cosiddetti “quadretti grandi”, con margine (tipo Q). Per quest'uso non vanno bene raccoglitori ad anelli né quaderni a fogli staccabili o block notes. Bastano due quaderni: uno per la matematica ed uno per le scienze. Non sono ammesse altre distinzioni (come per esempio: casa/scuola, aritmetica/geometria, esercizi/regole, brutta copia/bella copia). Sulla copertina, in basso a destra, porre un’etichetta con nome, cognome, classe e materia.


Uso dei quaderni    Non è ammesso strappare o staccare e nemmeno incollare pagine fra loro. Bisogna cominciare una pagina nuova solo dopo aver utilizzato fino in fondo quella precedente, senza lasciare fogli bianchi, nemmeno per lasciar spazio a compiti da svolgere in un momento successivo. Quando si sbaglia, si traccia una riga sull’errore così:

Non è consentito coprire l’errore con il correttore o con uno scarabocchio a penna così:

 

E' necessario curare la scrittura, per se stessi e per chi deve leggere. Tutti possono migliorare la grafia scrivendo più lentamente. Una volta completato, il quaderno dev’essere conservato perché potrei richiederlo anche in un momento successivo. Il deterioramento o lo smarrimento dei quaderni sono fatti gravi, viceversa le correzioni sono bene accette perché il quaderno non è una bella copia, ma uno strumento di lavoro e sbagliando s'impara.


Evidenziatori        Ogni volta che si usa un quaderno, si scrive subito la data seguita dall’indicazione “a scuola” o “a casa” e si sottolinea il tutto con l’evidenziatore rosa. Quindi la data deve essere scritta all’inizio dei compiti a casa anche se era già stata scritta a scuola nella mattina dello stesso giorno.

Bisogna sempre segnare sul quaderno pagina e numero di ogni esercizio svolto. Le intestazioni degli esercizi e, più in generale, tutti i titoli si sottolineano sul quaderno con l’evidenziatore giallo.

Le istruzioni sui compiti per casa iniziano sempre con un titolo evidenziato in verde.

Non si possono usare questi stessi evidenziatori in altre parti del quaderno. L’uso di evidenziatori per sottolineare i libri è sconsigliabile.

 

Penne        Sul quaderno si scrive con una qualsiasi penna non cancellabile di colore blu o nero limitando gli altri colori ai titoli, alle sottolineature e ai disegni. È da evitare sempre di scrivere o sottolineare con il colore rosso. L’uso della matita è limitato a casi particolari come grafici, figure e disegni. Le penne a punta troppo fine sono poco leggibili nel foglio quadrettato, controllare anche che l'inchiostro non passi il foglio.


Colori        Matite, penne e pennarelli colorati sono comunemente chiamati dagli alunni “i colori”. Nelle mie materie sarà necessario talvolta usare i colori per disegni, tabelle e grafici e per sottolineare il testo. Per questi scopi sono necessari almeno 6 colori scelti tra i più comuni. la matita di colore rosso si può usare nei disegni. Le confezioni da 12 sono più che sufficienti, sconsiglio numeri maggiori perché ingombrano e pesano. Vanno bene sia matite che penne o pennarelli a punta molto fine. Ognuna di queste tre categorie ha pregi e difetti. Se i colori sono pochi posso essere tenuti nell’astuccio che si porta a scuola tutti i giorni, riservando i grossi astucci o scatole piene di colori solo in quelle occasioni in cui insegnanti e materie specifiche lo richiedano.


Schede    Chiameremo schede i fogli A4 stampati o fotocopiati dall’insegnante e che contengono letture, esercizi, istruzioni o spiegazioni. Le schede consegnate dall'insegnante devono essere rifilate sui bordi in modo che non sporgano dal quaderno e incollate sul quaderno stesso. Questo lavoro dev’essere fatto a casa, salvo diversa indicazione. Se le schede contengono esercizi da svolgere devono essere incollate solo dopo la correzione perché potrei aver bisogno di ritirarle.


Fogli protocollo    I fogli protocollo servono per le verifiche o per sostituire il quaderno in particolari occasioni. Ogni alunno dovrà portare a scuola 20 fogli protocolli a quadretti di 5 mm da tenere a scuola. Sarà mia cura spiegare agli alunni come e dove scrivere il proprio nome sui fogli protocollo.


Altro materiale    Nell’astuccio devono essere sempre presenti una gomma, un temperino, forbici a punta arrotondata, colla stick, nastro adesivo trasparente, un righello e una piccola squadretta. Righello e squadretta devono poter entrare nell’astuccio. Altro materiale come goniometro, compasso, eccetera, saranno eventualmente richiesti in un secondo tempo con precise indicazioni.


Materiale non ammesso     Non sono ammessi pezzi di carta, gomma pane, taglierino, correttori coprenti liquidi e a nastro (bianchetto), penne smontate rotte o scariche. Se durante la lezione l’alunno maneggerà senza permesso oggetti estranei all’attività, li prenderò in custodia riservandomi di restituirli prontamente, ma solo ai genitori e durante l'orario di ricevimento. L'astuccio dev'essere in ordine.


Compiti per casa    Le istruzioni sui compiti per casa devono essere scritte, senza abbreviazioni, sul quaderno corrispondente. Il diario è riservato a indicazioni più generali e sintetiche. Quando si assegnano dei compiti scritti, presentarsi a scuola senza il quaderno è equivalente alla dichiarazione di non averli fatti. Il mancato rispetto delle scadenze, le dimenticanze, l'impreparazione, il mancato o parziale svolgimento dei compiti concorrono ad un giudizio negativo. Se lo ritiene opportuno, il genitore può evitare il giudizio negativo segnalandomi preventivamente sul quaderno che è a conoscenza della mancanza, senza l'obbligo di spiegarmene i motivi. L'assenza alla lezione precedente di per sé non comporta l'automatica giustificazione per non avere fatto i compiti o per non sapere cosa portare a scuola. Anche in quest'ultimo caso eventuali segnalazioni del genitore possono essere fatte sul quaderno.


Controllo del quaderno    Occasionalmente controllo i quaderni apponendo data, sigla e annotazioni. Mi raccomando che anche i genitori controllino il quaderno. L'eventuale firma del genitore sotto la sigla dell’insegnante significa «ho visto», non è un obbligo ma è cosa utile e gradita. Anche il genitore può usare il quaderno per comunicare con me.

In evidenza

Link

 

Enciclopedie per età 10-14

 

Matematica

 

Scienze sperimentali

 

Siti istituzionali utili alla formazione scientifica

Software utili

vai al gioco